MICROMONDO

Quando si abbassa lo sguardo dai maestosi paesaggi ai bassi prati, ci si può rendere conto della brulicante attività che si cela tra i fili d’erba: il micromondo costituito da insetti e aracnidi. I diversi tipi di habitat offrono alle più svariate specie i luoghi adatti per la loro crescita e diffusione, vivendo più o meno in armonia con gli altri animali (ricordiamo il ruolo nocivo delle mosche, delle zanzare e di zecche, pulci e acari per quando riguarda la trasmissione vettoriale di malattie) e con le specie vegetali. Insieme ai più comuni coleotteri, alle mosche, alle cavallette e quant’altro, le nostre Valli ospitano anche splendide colonie di farfalle (Podalirio e Macaone in primis per la loro bellezza), esemplari di ragni, mantidi e falene, fino ad arrivare alla rara Royerella roccai, specie endemica delle grotte di Pugnetto (Mezzenile). Importante anche ricordare la diffusa attività apistica, con la produzione di un ottimo miele dai sapori di erbe montane.